Muore solo la Coscienza di noi stessi.

Il mio corpo è un insieme grandissimo di cellule, batteri, atomi, elettroni……Ogni giorno una parte del mio corpo “muore” eppure “Io” non partecipo al lutto collettivo e continuo a sentirmi “vivo”.  Perdo capelli, pelle, unghie, cellule…..eppure mi sento sempre “Io” pur essendo “dentro” ad un corpo che giornalmente cambia….(Basta un semplice allucinogeno per cambiare la percezione del mio corpo)

Cosa è dunque quel “Io”?

Prima di rispondere cerchiamo di cambiare il meccanismo con cui il nostro cervello elabora le informazioni. Chiaramente, visto che siamo esseri umani, potremo farlo in modo molto teorico in quanto se ci riuscissimo davvero, saremmo rinchiusi in psichiatria  e considerati pazzi.

 Immaginiamo, dunque, di essere semplicemente una delle cellule del corpo…mettiamo da parte pertanto  quell'”Io” e sentiamoci semplicemente parte di un “tutto”… Il “Tutto” esiste per sempre…in quanto nulla scompare nell’Universo…tutto si trasforma…..Mi sento di teorizzare che l’unica cosa che muore, nel senso che scompare, in un essere umano è….la “Coscienza del “Se stesso”…

l'”Io” è dunque, semplicemente la coscienza di me stesso… Se riuscissi a cambiare radicalmente la visione della vita e mi vedessi semplicemente come parte del tutto…se riuscissi a vedermi come Francesco, Maria, Veronica…se riuscissi a rompere le barriere che dicono che Lui, Lei e gli altri sono differenti da me…Se riuscissi a vedermi semplicemente come un tassello microscopico di un multiforme Universo e fossi in grado di annullare del tutto qualsiasi forma Egoica …. il mio “Io” scomparirebbe e la morte non esisterebbe più in quanto potrei affermare che “Io” sono l’Universo attorno a me. La “morte” sarebbe dunque semplicemente un cambiamento di stato.

Litigare con qualcuno sarebbe come litigare con me stesso…parlare con qualcuno sarebbe come parlare con me stesso…perchè io sono anche gli altri…

La Coscienza non è altro dunque che il riconoscimento di se stessi come esseri differenti dal resto. Questa è probabilmente una distorsione creata dal cervello…

D’altronde gli individui con personalità multiple dimostrerebbero la teoria. 
Per quale motivo chi ha personalità multiple è da rinchiudere ? Semplicemente perchè non è la “norma” e il mondo “umano” non è stato costruito per chi non è la norma.

In effetti viviamo in un sistema che giudica chi è differente e lo punisce se questa diversità  rende incontrollabile. 

Se allora riflettiamo un attimo e ci basiamo sulla regola che la “Maggioranza crea la regola” e le regole sono per la maggioranza….poichè gli esseri “coscienti” sono la stra minima minoranza dell’Universo (se consideriamo le cellule, gli atomi, le pietre, gli oceani….la materia oscura, l’energia oscura….) dunque noi (inteso come esseri coscienti) siamo semplicemente un errore probabilistico in quanto pur essendo parte dell’Universo ci sentiamo esseri a se stanti….dissonanti….separati…il che è probabilmente solo frutto della nostra immaginazione. Una distorsione provocata dalla mente. Da quella corteccia cerebrale dove si pensa risieda la Coscienza. (link)  

La Morte, dunque, altro non sarebbe altro che la cessazione della coscienza individuale...quando “moriamo” ritorniamo dunque a far parte dell’Universo però senza una Coscienza che ce ne distacchi…Non esiste il Giorgio, il Mirka il…”IO” Ritorniamo ad essere energia pura, senza contaminazioni che semplicemente fa parte del “tutto”….

L’Energia è semplicemente Energia….non esiste la cattiva e la buona….non esiste il bene e il male….La Plastica è Eergia, il Petrolio è Energia, l’Uranio, il Sole, il Mare….è tutto Energia che prende forma solo a causa della nostra percezione e dell’Elaborazione del Cervello….tolto il quale….tutto torna ad essere semplicemente Energia. 

Nessuno scienziato al mondo può dimostrare con assoluta certezza che ci sia una realtà “oggettiva” al di fuori della tua mente. Per questa ragione l’unica linea di separazione tra “Vita” e “Morte” è la Coscienza. Quando “Muori” in realtà muore solo la coscienza di te stesso…ma tu continuerai ad essere energia come sei sempre stato.

Credit Foto:

Alina GrubnyakLeonard Yip

Foto Editata da Giorgio Lo Cicero

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *