E’ giusto seguire le Regole?

Ciò che differenzia lo Schiavo dalla Persona Libera è la capacità di comprendere (e non accettare)  le regole che siano fatte esclusivamente per favorire una minoranza che approfitta di esse per esercitare un potere col fine di garantirgli uno status dominante per un tempo indeterminato.

Se ci atteniamo al fatto che la “Realtà” è semplicemente una proiezione soggettiva della nostra Mente e che, dunque, esistano miliardi di realtà soggettive e continuamente mutevoli, potremmo affermare che non esista una Regola “giusta” o “sbagliata”. Le regole sono semplicemente il riflesso di un sistema in un determinato momento.

Le regole servono alla sopravvivenza di un “Gioco/Sistema”. Se si rompono le regole il gioco termina. 

L’Aborto è punito in alcune società mentre è assistito in altre. In alcune società è punito il trasporto di una bottiglia d’acqua in aeroplano o il trasporto di denaro non dichiarato. In talune società non si può gridare in piazza contro il leader politico, in altre non vengono messi in prigione personaggi politici corrotti.

Cosa significa questo? 

Significa che le “Regole” sono semplicemente parte di un dato sistema e non sono, necessariamente “giuste”.  Considerato poi che anche il termine giusto o sbagliato sono soggettivi, potrei affermare che l’unica cosa “giusta” sia quella che è giusta, soggettivamente, per noi.

In un Sistema Nazista, era “giusto” bruciare vivi gli ebrei e creare una “razza” superiore!

Nei primi del ‘900 per noi Italiani era “giusto” scappare da questo paese e “invaderne” degli altri (Americhe). 

Oggi, nel Sistema attuale è “sbagliato” che gli immigrati invadano l’Italia e l’Europa e, poco importa se le nostre aziende vanno in Africa a sfruttare la manodopera a basso costo e le loro risorse energetiche e minerarie.

Gli USA ma anche il Sud America sono il risultato di una fortissima, violenta  e terribile politica  colonialista Europea che ha sterminato i popoli originari… era “Giusto” 600 anni fa, è “Sbagliato” oggi. Eppure oggi il Colonialismo viene perpetrato dalle Multinazionali…e, molto spesso, le “operazioni di pace” sembrano più portate avanti per profitto.

Persino il Cristianesimo, senza la carneficina delle Crociate e dell’Inquisizione, probabilmente oggi non esisterebbe…ma a quel tempo, era giusto torturare e uccidere in nome di Dio…e, la punizione delle azioni non è retroattiva quindi…sebbene sia stato condannato il passato del Cristianesimo…oggi si gode tutti i benefici di quelle violenze strazianti perpetrate per secoli!

Fino a 100 anni fa la schiavitù in Europa era “Giusta”…Oggi la schiavitù è “Sbagliata” ma poco importa se una multinazionale schiavizza manodopera straniera all’interno di paesi in cui non ci sono leggi di tutela sociale.

l’Omicidio è un reato ma se ti autorizza un Governo…allora se uccidi diventi un eroe!

Codice Penale, art. 587 (Delitto d’Onore)
Chiunque cagiona la morte del coniuge, della figlia o della sorella, nell’atto in cui ne scopre la illegittima relazione carnale e nello stato d’ira determinato dall’offesa recata all’onor suo o della famiglia, è punito con la reclusione da tre a sette anni. Alla stessa pena soggiace chi, nelle dette circostanze, cagiona la morte della persona che sia in illegittima relazione carnale col coniuge, con la figlia o con la sorella. (Wikipedia

L’art. 587 del codice penale consentiva quindi che fosse ridotta la pena per chi uccidesse la moglie (o il marito, nel caso a essere tradita fosse stata la donna), la figlia o la sorella al fine di difendere “l’onor suo o della famiglia”.

Ci sono paesi dove paghi imposte per avere dei servizi ma i servizi non vengono erogati e, al contempo, se un ristoratore non emette una fattura, pur avendo comunque erogato un servizio, viene punito. 

Ci sono paesi dove la corruzione viene punita con la prigione, altri paesi in cui i corrotti vengono premiati ed entrano persino in politica.

Tutto ciò è una Fotografia di “Adesso”….ma fra 1 ora, potrebbe cambiare nuovamente il “gioco”.

E’ lecito pensare che le Regole vengano create per sottomettere la massa rendendola schiava e creandole l’illusione che quelle regole siano oggettivamente giuste.

Possiamo, allora, affermare che ci sia un “Giusto” e uno “Sbagliato” Universale? 

Direi proprio di no. 

…e allora…è giusto seguire delle regole che ci mettono in difficoltà mentre favoriscono una minoranza elitaria?

Se non seguo una regola per salvaguardare l’integrità mia e/o della mia famiglia…è “giusto o sbagliato”?

Credits Fotografie:

Photos: Abdou Moussaou – Giorgio Lo Cicero

Edited by: Giorgio Lo Cicero

 

2 commenti su “E’ giusto seguire le Regole?”

  1. Pingback: Religione: Inutile e Pericolosa Manipolazione – PerceivingU

  2. Pingback: Amore e Odio: due facce della stessa medaglia e figlie di una stessa madre… – PerceivingU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *