Felicità o Pace?

Non possiamo cambiare il mondo ma possiamo cambiare la percezione che abbiamo di esso.

In secondo luogo dobbiamo cercare di individuare la nostra maggiore aspirazione. A cosa aneliamo? La gente studia, lavora tutta la vita ma per cosa? Hanno un fine o il fine è semplicemente lavorare?

Cerchiamo di comprendere meglio scendendo un po’ più in profondità.

Un individuo studia per avere un lavoro…un lavoro che gli darà la possibilità di comprare e accumulare cose che possano garantirgli il più possibile la felicità. Sarebbe dunque la ricchezza a garantire un certo tenore di vita che garantirebbe dunque la Felicità? Ricchezza Materiale =Felicità?

Eppure molte statistiche mostrano che la depressione è una caratteristica sociale molto più presente paesi più ricchi. E’ considerata una malattia della modernità. (link

In effetti, a causa del’Adattamento Edonistico tendiamo ad abituarci a tutto…se ci abituiamo a qualcosa, avremo bisogno di nuovi stimoli e/o incentivi altrimenti perderemo la felicità. Ecco il motivo per il quale il ricco cerca di diventare sempre più ricco perché una volta che si è abituato alla villa e alla Ferrari, vorrà poi lo Yacht, la Lamborghini, l’Isola, il Potere…..Noi ci abituiamo a tutto e, una volta abituati, abbiamo bisogno di nuovi stimoli per essere felici.

La Felicità è dunque una “sensazione” che tende a svanire per il semplice fatto che ci abituiamo alle cose.

Non solo diminuisce ma può persino trasformarsi in Depressione, nel caso in cui non riusciamo più ad avanzare nelle nostre conquiste, o tristezza e disperazione se, a causa di un evento, perdiamo ciò che abbiamo. Volere qualcosa ci porta ad attaccarci e l’Attaccamento (di cui abbiamo già parlato) è, per l’appunto, una delle cause della sofferenza. 

Quindi, non solo la Ricchezza non porta alla Felicità ma la stessa Felicità è una sensazione volatile e non durevole. La Felicità dipende sempre da qualcosa. Sono felice perché mi sono laureato, perché ho la moto, perché ho un partner…il problema però risiede nel fatto che, comunque, ci abituiamo a tutto e quindi la felicità data dalla novità tenderà ad evaporare e, oltretutto, sarà sempre subordinata ad un qualcosa, perso il quale, svanirà e si trasformerà in tristezza. 

Quindi avere come ragione di vita la Felicità è un errore? 

Oserei dire che non solo è un errore ma è persino estremamente pericoloso ed è una delle cause peggiori del malessere dell’Umanità.

Poiché la felicità dipende da un qualcosa avrò sempre bisogno di ottenerlo per essere felice…considerato il fatto che mi abituerò, questo mi porterà ad essere volubile e cambiare, volere di più o volere altro…i miei desideri cambieranno e/o diventeranno sempre maggiori e questo, quasi certamente, andrà ad collidere con le necessità e i desideri di altri individui il che creerà problemi, scatenerà faide e persino guerre.

D’altronde se vivessimo in un mondo nel quale nessuno ha alcun desiderio di possedere qualcosa certamente non ci sarebbero guerre e scontri.

Ergo, l’equazione cambia: Ricchezza Materiale  ≠ Felicità  e la Felicità non può essere la nostra ultima aspirazione. Dobbiamo aspirare a qualcosa di non volubile che non abbia legami col materialismo e che, dunque, non dipenda da qualcosa.

L’unica sensazione con tali requisiti che mi viene in mente è la Pace.

Essere in Pace significa accettare l’ambiente circostante per ciò che è riducendo al minimo i desideri. Tanto più riduciamo i desideri e tanto più ci avvicineremo alla pace.  Essere in Pace significa “semplicemente” godere del fatto di sentirsi vivi e, al contempo, non temere la morte (non attaccarsi nemmeno alla vita) . Essere in pace significa stare bene con se stessi e non avere bisogno di altro. In quanto esseri umani, per sopravvivere, avremo bisogno del cibo…ma poco importerà se sarà saporito o no. 

Ridurre gli “ornamenti” della vita ci avvicina alla sua stessa essenza e ci allontana dalla sofferenza. 

Questo dunque significherebbe rinunciare a Internet, alla TV, ai Telefonini, ai nostri idoli, al computer……?… SI!

Perché ho lo smartphone? per il lavoro che mi dia il denaro che mi dia l’auto, la casa…etc.etc…

La Pace è fine a se stessa…ti svegli la mattina e sei sereno. Poco importa se piove, se non hai lavoro, se è andata via la luce.. 

 

Tanto più abbiamo, tanto più vorremo e tanto più ci allontaneremo dalla pace.

 

Credit Photos: Myriam FotosKevin SchneiderSasintJazella – 

Photo Edit and Composition: Giorgio Lo Cicero

1 commento su “Felicità o Pace?”

  1. Pingback: Bisogno di Legami e Disequilibri Interiori – PerceivingU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *