L’Universo è Programmato. La Vita è Codificata

Ciò che noi percepiamo come “realtà”, è semplicemente un processo che coinvolge la nostra Coscienza.

La Matematica è l’unico linguaggio “logico” in grado di metterci d’accordo. Non possiamo definirla come un linguaggio “Universale” in quanto non abbiamo avuto l’opportunità di sottoporla ad esseri Alieni provenienti da altre galassie. Oltretutto fa riferimento alla logica degli esseri umani e quindi, anche in questo caso, non può avere una reale attendibilità oggettiva.

La matematica, comunque,  è l’unico mezzo che abbiamo che possa cercare di leggere e interpretare (secondo la nostra logica) ciò che accade e si trova attorno a noi. 

La matematica, infatti, non può cambiare la gravità. Non può cambiare le barriere spazio temporali. Non può cambiare il moto rotatorio dei pianeti. Per fare ciò, a livello puramente teorico, occorrerebbe un codice tale (che probabilmente non sarà matematico) che cambi certi valori…ma in questo modo, probabilmente, anche l’Universo non sarebbe più lo stesso. 

Ci sono  oltre 200 parametri che si sono dovuti rispettare per dare origine al Sistema Solare e all’Universo per come sono oggi (e quindi per dare origine anche alla nostra “vita”) . Se, ad esempio, l’attrazione gravitazionale fosse un millesimo minore, Sole e stelle non brucerebbero, o se il “Big Bang” fosse stato un milionesimo di volte più violento…Tutte queste costanti dell’Universo, non previste da alcuna teoria fisica, sembrano essere state “scelte” , con estrema precisione, per generare la vita sulla Terra e per creare l’Universo per come è…Pensare che 200 parametri coincidano solo per una semplice  casualità è come  arrampicarsi sugli specchi. 

Se poi ci addentriamo più profondamente nello studio della fisica, scopriamo che la Relatività di Einstein risulta incompatibile con la meccanica quantistica. Tutto ciò mette in risalto quanto effimere siano le teorie sulle quali si basa gran parte della Scienza moderna.  Le Teorie, proprio in quanto teorie, cambiano continuamente e, molte di esse non potranno mai essere verificate se non in tempi biblici: ( Un nuovo studio afferma che avremmo sbagliato tutto sulla forma dell’Universo

Osserviamo ora l’Universo intorno a noi. 

Il sole che sorge e tramonta ogni giorno. Le nuvole che scorrono. In ogni istante avvengono fenomeni ai quali ci siamo abituati e non facciamo quasi più caso ma che seguono dinamiche ben precise …I temporali, i terremoti, l’espansione dell’Universo, la stella che cade, il meteorite, i germogli che crescono… 

La stessa routine della nostra vita…il nostro corpo che cambia…le cellule che nascono e muoiono…le malattie… Miliardi e Miliardi di eventi che, istante dopo istante, scandiscono lo scorrere della “vita”. 

Considerato quanto espresso prima, l’Universo che ci circonda sembra proprio essere il frutto di una “mente intelligente”… Il frutto di un “Programmatore”. 

Non possiamo cambiare il giorno e la notte, non possiamo fermare il sorgere del sole. Non possiamo interrompere il moto della Terra. Non possiamo rallentare o accelerare l’espansione dell’Universo. In realtà non possiamo nulla. Possiamo semplicemente “leggere” ed “interpretare” ciò che accade. Un po’ come fa la matematica. 

Pensate a 2 individui. Uno nato in Africa , nella totale povertà e un altro nato nella Silicon Valley e da famiglia abbiente. Il primo morirà di fame e il secondo diventerà il Ceo di una Startup miliardaria. Anche questo sembra il frutto di una casualità…fermo restando che il “fallimento” di un individuo e il “trionfo” dell’altro sono dipesi, in primo luogo, dalle condizioni di nascita che nulla hanno a che fare con le loro capacità di scelta. 

Una persona fuma tutta la vita e arriva tranquillamente a 80 anni e un’altra che sta attenta al cibo, non fuma, non beve, muore a 20 anni per l’insorgenza di un Cancro. Anche in questo caso, non c’è stata alcuna possibilità di scelta.

Se vogliamo credere alla casualità e quindi alla nostra capacità di cambiare gli eventi diremo fortuna, sfortuna…se invece siamo dell’idea che 200 parametri dell’Universo non possano coincidere in modo tanto preciso per una semplice casualità…diremo : Programma architettato da una mente Intelligente!

Certo che pensare che i 200 parametri dell’Universo  siano venuti a coincidere per pura casualità è una teoria alquanto “naif”. Nessuno scienziato è ancora riuscito a spiegare attraverso prove “tangibili” quale sia la natura di questa cosa che chiamiamo realtà, dell’universo nel suo complesso.

In un Universo in cui tutto è programmato e predeterminato, noi non possiamo cambiar nulla. Io scrivo questo post perché era programmato. Posso decidere di restare a casa ma se è programmato che io esca…accadrà qualcosa e uscirò. L’unica cosa (forse) che ci è concessa, è l’interpretazione degli eventi e dunque, accettarli o meno. Questo non cambierà gli eventi ma ne cambierà la percezione e il modo in cui li vivremo. 

Ma a livello pratico, abbracciare una teoria o un’altra cosa cambia?

A livello pratico cambierebbe semplicemente l’approccio alla vita e al risultato. Se penso che io possa determinare la mia vita e che questa dipenda da me, avrò una vita poco rilassante e in continua sfida con me stesso e con gli altri. Per i traguardi non conseguiti tenderei a incolpare sempre qualcuno…(me o gli altri) mentre nel caso in cui li conseguissi, il mio super ego rischierebbe di esplodere. 

Ma chi è il “Programmatore”?

Poco importa  chi ci abbia programmato…visto che ci troveremmo di fronte ad unità spazio temporali nemmeno comprensibili dalla nostra mente e, comunque, molto probabilmente sarebbe impossibile determinarlo. La “Simulazione”/Programma potrebbe essere iniziata quindici miliardi di anni fa, oppure essere stata caricata un secondo fa! Non possiamo saperlo e a noi cambierebbe nulla.   

Se pensiamo agli Schizofrenici,  tendiamo a considerarli individui estremamente malati. E’ importante considerare il modo in cui noi osserviamo queste persone. Sono i nostri parametri “normali” che ce li fanno vedere come disturbate, e sicuramente lo sono: ma che cosa prova che gli schizofrenici che non abbiano una percezione “disfunzionale” che gli permette di concepire la Simulazione per quello che è? 

L’individuo schizofrenico ha un cervello diverso, che reagisce attivando altre aree cerebrali in modo disfunzionale.Possiamo ipotizzare che questi soggetti abbiano una coscienza frammentata che percepisce contemporaneamente stati ordinati della Simulazione e altri indeterminati, in una confusione di carattere spazio – temporale: le rappresentazioni non sono subconsce, ma vengano “viste” come fatti reali.

La cosa interessante e che ci dovrebbe fare riflettere è che questa Teoria ha la medesima valenza di qualsiasi altra teoria Scientifica in quanto la Scienza, con i mezzi attuali e con i “progressi” fatti, non è assolutamente in grado di poterla smontare. Forse proprio perché siamo chiusi all’interno di un “Loop Logico” infinito al di fuori del quale non possiamo andare in quanto parte integrante dello  programma stesso? 

Riferimenti:
Bostrom Nick (2003), Are You Living In a Computer Simulation? Philosophical Quarterly, Vol. 53, No. 211, pp. 243-255
Edelman Gerard, Tononi Giulio (2000), A Universe of Consciousness: How Matter Becomes Imagination, Allen Lane

Argomenti Correlati:

Il Big Bang ha origine ogni volta che prendiamo CoscienzaEsiste il Libero Pensiero?La Vita è un Videogame – 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright : PerceivingU.com

Photo Credits: ComfreakCocoparisienne – 

Photo Editing and Composition: Giorgio Lo Cicero

2 commenti su “L’Universo è Programmato. La Vita è Codificata”

  1. Pingback: L’Illusione della Meritocrazia – PerceivingU

  2. Pingback: Creazione di Universi Paralleli e distruzione di quello attuale. Il loop infinito? – PerceivingU

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *