Attivismo da Salotto

l'”Attivismo da Salotto” è un modo di “non fare” che ha avuto sempre più rilevanza e “successo” grazie all’avvento dei Social Media. 

50 anni fa si vedevano solo pochi attivisti e la massa era dormiente. Oggi, invece, chiunque fa “attivismo”. L’unica differenza è che i pochi attivisti di 50 anni fa scendevano in campo rischiando la vita, il posto di lavoro, la libertà…oggi, invece, basta condividere uno dei milioni di articoli “Etici” che quotidianamente vengono pubblicati da giornali, siti web, blogger, influencer…perché ci si senta con la “coscienza pulita” e fieri di avere compiuto un atto “importante” che…in realtà non servirà a nulla. (La Disinformazione della Multi Informazione

I Social Media sono estremamente utili per potere mettere in evidenza lo “spessore etico” degli individui.

E’ disarmante osservare quante persone condividano articoli che denunciano l’Inquinamento, il consumo delle plastiche, l’uso indiscriminato di energia e il  mezzo di divulgazione che utilizzano per tali contenuti (Internet) è uno dei più grandi divoratori di energia e, di conseguenza, anche produttore di inquinamento. 

Non c’è giorno che non legga il commento del “Don Quijote” di turno che condivide l’articolo di X o di Y contro lo sfruttamento del lavoro a basso costo e infantile. Peccato che però, poi, compri merce prodotta a Taiwan, in Cina, in Thailandia e cerchi sempre di spendere meno. 

Che dire poi di tutti i Cavalieri della Lotta alle Plastiche? Gli stessi che utilizzano i telefonini con le cover colorate e intercambiabili…e che cambiano ogni 2 anni (e forse anche meno) . I telefonini sono anche pieni di metalli la cui estrazione comporta lo sfruttamento di manodopera ridotta quasi in schiavitù e l’inquinamento indiscriminato delle zone circostanti che pregiudicano il territorio di vastissime zone abitate. Le Miniere a cielo aperto in Sud America, in Africa… sono alcuni esempi. Il paradosso è che sia i fruitori di tali oggetti (telefonini) che i produttori divulgano e condividono messaggi commoventi sull’etica…Etica molto soggettiva potrei dire. 

( Congo, bimbi morti e rimasti paralizzati nelle miniere di cobalto: class action contro i giganti del digitale. “Rispondano delle vittime” )  Il 90% delle miniere inquinanti nei paesi del Terzo Mondo da cui si estraggono minerali per produrre Beni di Consumo atti a soddisfare il sommo Edonismo delle popolazioni Civili Occidentali, sono gestite da società USA, Europee, Canadesi, Cinesi) 

Ma questa è solo la punta di un Iceberg immenso che cresce sempre più grazie all’ignoranza della massa, alla sua pigrizia nel cercare informazioni da più fonti per studiare realmente i fenomeni e dalla totale assenza di voglia reale di cambiamento. La massa ama sentirsi Etica senza muovere realmente un dito se l’azione che compierà potrà privarla di un “beneficio” soggettivo acquisito. Beneficio soggettivo in quanto quel beneficio sarà un maleficio per migliaia di altri individui. 

L’ENERGIA PULITA? Anche qua, grazie all’informazione monopolizzata e al totale disinteresse da parte della massa nel cercare informazioni più dettagliate cresce l’illusione che l’energia “pulita” cambierà in meglio il mondo. La realtà è che di pulito non c’è proprio nulla!

Quanti di quelli che condividono articoli sull'”Energia Pulita” sanno realmente come funzioni? Quanto è bello vivere nell’ignoranza e nell’illusione, vero?

L’Energia Solare, ad esempio – L’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA) nel 2016 ha stimato che alla fine di quell’anno c’erano circa 250.000 tonnellate di rifiuti di pannelli solari nel mondo. L’IRENA prevede che questo importo potrebbe raggiungere 78 milioni di tonnellate entro il 2050.

I pannelli solari contengono spesso piombo, cadmio e altri prodotti chimici tossici che non possono essere rimossi senza rompere l’intero pannello. “Circa il 90% della maggior parte dei moduli fotovoltaici è costituito da vetro”, osserva il professore di studi ambientali dello Stato di San Jose Dustin Mulvaney. “Tuttavia, questo vetro spesso non può essere riciclato come vetro float a causa delle impurità. Le impurità problematiche comuni nel vetro includono plastica, piombo, cadmio e antimonio. ” ( If Solar Panels Are So Clean, Why Do They Produce So Much Toxic Waste?

L’Estrazione di molti di questi componenti, a loro volta, comportano la creazione di miniere con tutti i problemi di ulteriore inquinamento ma anche sfruttamento della manodopera legati all’estrazione (Di cui scritto prima) 

Però la massa…Fa “Attivismo da Salotto”…condivide messaggi meravigliosi che mostrano un mondo pulito pieno di “Energia Pulita”!!! Facendo questo gli individui si sentono sensibili e al contempo eroi del bene . (“Santo Ego”)

Il problema sta proprio nella profonda ignoranza della massa e nel suo grande egoismo.

L’Ignoranza è provata dal fatto che quasi nessuno si documenta realmente. Piacciono i titoloni “etici” ridondanti e si condividono. Non si cercano informazioni, documentazioni. Si prende per oro colato ciò che dice un semplice articolo o, molto spesso, semplicemente un TITOLO! Amazzonia che brucia, Australia che Brucia, Plastica di qua, Plastica di la, Co2…

L’Egoismo invece si manifesta nel momento in cui un miglioramento reale delle cose comporterebbe un sacrificio e la perdita di taluni “benefici” acquisiti. Immaginate se si chiedesse alla popolazione di rinunciare a Internet per aiutare il popolo africano. Oppure se dovessimo rinunciare ai telefonini per salvare il mondo dal cambiamento climatico. O se dovessimo rinunciare alle auto. Avete qualche dubbio su quale sarebbe la risposta di questa massa di individui Eticamente tanto Attivi su Internet?

Photo Credits: Gellinger Clker_Free_Vector_Images  – Elionas Gerzy_Gorecki Photoshopper24 Geralt Peggy_Marco Kalilapinto  – 

Photo Editing and Composition: Giorgio Lo Cicero 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *