E’ Giusto che solo i ricchi abbiano figli?

YouTube.com/@DreyDeSantis — Robot Kid reading his book

Questo argomento non è rivolto a tutti coloro che sono ipocriti con se stessi e che non hanno mai fatto una sana e costruttiva introspezione e che, sdegnati, si soffermeranno al titolo e non andranno oltre.

Prima di rispondere a questa domanda dovremmo riflettere e domandarci quale sia la ragione per la quale si procrea.

Una mente sana non avrebbe problemi ad ammettere che la procreazione è semplicemente il risultato di un egoismo interiore…ma di questo ne ho già parlato in questo post.(Il Bisogno Egoista di avere figli)

Non metto al mondo un essere per altruismo in quanto questo essere non esiste ancora quindi, non si può compiere un atto altruistico verso qualcuno che non esiste.

E’, al contrario, un atto egoistico in quanto attraerso una scelta unilaterale (visto che non posso chiedere un permesso a chi non esiste) decido di mettere al mondo un individuo in un mondo che potrebbe benissimo non essere di suo gradimento.

Un mondo pieno di ingiustizie, di soprusi, di malattie e, sempre più, sotto stretto controllo di una cerchia ristretta di individui che detengono la maggior parte di ricchezza e potere.

La procreazione è frutto di un profondo egoismo che se messo da parte porterebbe ad una riduzione della popolazione povera e sofferente e favorirebbe invece la nascita di individui benestanti e con minori problematiche da affrontare.

Se ho un impiego e a malapena arrivo alla fine del mese, per quale motivo (altruisticamente parlando) dovrei mettere al mondo un essere che ancora non esiste imponendogli uno stile di vita che potrebbe non piacergli?

Se invece lasciassimo procreare i ricchi…i figli avrebbero tutto il necessario per vivere bene. Un lavoro super ben retribuito, terra, case, comodità, servizi ritagliati su misura…

Se la massa avesse una intelligenza e non ragionasse istintivamente, comprenderebbe che, oltretutto, questa scelta altruista sarebbe la più grande vittoria contro il sistema delle sperequazioni sociali e del concentramento di potere!

In effetti i ricchi (e potenti) possono vantare questo status grazie alla presenza di miliardi di poveri imbecilli (la massa) che, agendo istintivamente e procreando, continuano a mettere al mondo dei poveri derelitti (le illusioni del “sogno americano” servono proprio per continuare questo loop infinito) essenziali per il funzionamento dell’attuale sistema.

Se, magicamente, la massa diventasse intelligente e smettesse di procreare, i ricchi e potenti comincerebbero a dovere lottare tra di loro per predominare. Perderebbero ricchezza e potere in quanto non avrebbero più miliardi di schiavi che lavorano per loro e il sistema attuale imploderebbe nel giro di 3 generazioni.

Sarebbe una bella vendetta per la massa degli imbecilli che, però, essendo per definizione una massa di imbecilli, non è in grado di agire in modo intelligente e quindi non sarà mai capace di portare a termine una “non azione ” (smettere di procreare) del genere.

D’altronde l’idea di avere una compagnia o qualcuno che ci assista durante la vecchiaia fa comodo a tutti!…

La massa non ha, però, compreso che molto presto sarà costretta a non procreare perché quella classe sociale che fino a ieri sarebbe stata messa con le spalle al muro dalla mancanza di nuove nascite, oggi non ne ha più bisogno proprio grazie all’aumento esponenziale dei processi di automazione e ai progressi della biotecnologia.

La ricchezza è solo il mezzo ma il fine ultimo è detenere il potere. La ricchezza serve per comprare manodopera (esseri umani) e ricevere dei servizi. Se i servizi li puoi avere gratuitamente, la ricchezza diventa superflua.

Lo sapevano bene gli antichi colonialisti che accumulavano schiavi.

Fino ad oggi il sistema ha avuto assoluto bisogno di nascite perché queste servivano da combustibile necessario al suo funzionamento.

Siamo, però, arrivati al punto di massimo equilibrio. Aumenta l’automazione e servono meno esseri umani. Un surplus di esseri umani può solo generare problemi e disordini ed è inutile ma anche deleterio per il Sistema stesso. (possono emergere protestare, problemi sociali, assorbimento di energia che verrebbe tolta ad altri elementi essenziali…)

Il punto di non ritorno e il decremento demografico programmato.

La popolazione cinese sta ora diminuendo. I funzionari del governo hanno annunciato che il 2022 ha segnato il primo calo della popolazione totale in sei decenni. Questo evento a lungo atteso è il risultato di decenni di calo dei tassi di fertilità cinesi. La massa penserà che sia casuale semplicemente perché questa gode di una profonda una dissonanza cognitiva. La massa non è in grado di pensare analiticamente e di agire intelligentemente. E’ spinta dalle emozioni e reagisce agli impulsi.

Il desiderio di ridurre la popolazione espresso da taluni individui e organizzazioni prominenti ormai non è più un segreto e con una buona manipolazione mediatica sarà ben presto accettato positivamente dalla popolazione. Così come è stato accettato il lockdown e la privazione delle liberta, l’inoculazione di prodotti sperimentali e come sarà accettata l’alimentazione a base di insetti etc.etc.etc…

Catastrofi programmate.

Siamo, dunque, giunti al punto di non ritorno. Non supereremo di molto la popolazione attuale perché ormai gli esseri umani cominciano ad essere sempre meno utili.

Questo stato di stallo rimarrà per il tempo necessario a fare migliorare i sistemi di automazione e biotecnologici che sostituiscano e rendano inutili gli individui. A quel punto serviranno sempre meno esseri umani e il depopolamento sarà progressivo e inesorabile.

Le forme possono essere molteplici…dalle guerre, alla creazione di carestie. Immaginate che dicano che c’è un virus pericolosissimo per le vacche o per le galline e che debbano essere abbattute tutte. La massa accetterà questa verità senza batter ciglio (come ha già fatto) Questo creerà una mancanza di carni e una speculazione sui prezzi. Lo stesso vale per le piante…Basterebbe usare dei diserbanti (approvanti) che distruggano i terreni e li rendano incoltivabili…

Aumenterebbe esponenzialmente il prezzo di certi beni, farebbe ancora arricchire i soliti noti e, al contempo, tanta gente morirebbe di fame.

Abbiamo visto anche come si ingegnerizzano i virus e come i farmaci possano uccidere centinaia di migliaia di persone.

Sebbene tutto questo facesse parte di tanti film di fantascienza degli anni 50-60-70-80, oggi è realtà.

Ora veniamo a quello descritto da libri e film di fantascienza degli anni 2000. Ossia sostituzione della popolazione con individui creati in provetta e che rispondano a certe caratteristiche. Dell’Intelligenza Artificiale parlerò in seguito perché questa ha bisogno di un capitolo dedicato.

Attraverso una massiccia propaganda di massa, la stessa che è stata in gado di fare inoculare volontariamente miliardi di persone con prodotti non testati e sperimentali, verrà utilizzata per fare accettare il fatto di essere sterili e che sia giusto che i nuovi esseri umani siano creati in laboratorio in base alle “esigenze” di mercato in modo da non creare inutili sovraffollamenti.