E l’Essere umano creò Dio a sua immagine e somiglianza…

Da bambino per me era normale pensare che Gesù fosse un affascinante ariano con gli occhi azzurri, che nulla da invidiare aveva a un fotomodello, o che Dio fosse infinitamente buono senza comunque soffermarmi sul significato di bontà infinita.

Crescendo, si sa, si tende ad essere un po’ più riflessivi e critici e le domande affiorano.

In effetti Gesù sembra il perfetto testimonial per qualsiasi prodotto e campagna pubblicitaria. Un uomo bello, aitante, biondocon gli occhi azzurri. Che fortuna essere figlio del creatore di tutto, venire sulla Terra ed essere così attraente, morire e poi sparire e resuscitare assieme al corpo. In effetti se io vendessi un prodotto, un servizio o persino un’idea, cercherei un personaggio del genere per proporli.

Assieme al personaggio però serve anche una bella storia. Una storia che parla di creazione ma anche di contesti storici, di miracoli, di carestie, di pestilenze, di punizioni e di assoluzioni. Storie possibilmente scritte da più autori e magari rivedute e corrette in un secondo tempo e ritagliate su misura.

Cosa è che accomuna gran parte degli esseri umani se non l’insicurezza e il bisogno di una guida e di un sostegno?

L’essere umano ha un bisogno naturale di leader. Non esiste periodo storico conosciuto in cui l’essere umano non venerasse e/o non dipendesse da qualcosa o qualcuno.

La necessità di un leader è assoluta ma non è circoscritta o limitata ad uno solo. Nella maggioranza dei casi parliamo di tanti leader. I genitori, un campione sportivo, un politico, un artista… fino al leader supremo…quello “incorruttibile” infinitamente buono e irraggiungibile. Quello che ha il merito di tutte le cose belle ma nessun demerito per le cose cattive.

Poco importa se si va incontro a paradossi.

In un Universo che non può non essere stato creato da qualcuno esiste un creatore che però non può essere stato creato da qualcuno e che è sempre esistito. Non sappiamo come sia possibile ma così deve essere perchè dove non arriva la “logica” arriva la “fede”.

Un essere infinitamente buono che però…non perdona e punisce chi si è macchiato dei crimini stabiliti dagli esseri umani. Poco importa il fatto che venga travisato il concetto di “Infinito”. Bontà “Infinita” prescinde da qualsiasi tipo di giudizio e punizione. Non le può contemplare per assioma.

Ecco che allora sorge il dubbio…ma questo dio ha creato noi a sua immagine e somiglianza o, molto più probabilmente, siamo stati noi a creare lui a nostra immagine e somiglianza e schiavo delle nostre logiche?

Ho gia scritto sul fatto che il Big Bang ha inizio nel momento in cui prendiamo coscienza. ( Il “Big Bang” ha origine ogni volta che prendiamo Coscienza ) Quindi il “tutto”, l’Universo che ci circonda, prende forma nel momento in cui la nostra “coscienza consapevole” comincia a percepirlo.

La coscienza consapevole ha inizio nel momento in cui un certo numero di elementi (nel nostro caso i neuroni) cominciano ad avere un certo tipo di interazioni.

Se, ad esempio, attraverso l’intelligenza artificiale, milioni di computer interagissero tra loro in un modo simile a come interagiscono i nostri neuroni attraverso le sinapsi, probabilmente potrebbero creare un certo tipo di coscienza.

I creatori di tali connessioni sarebbero “Dio” e la nuova “creatura cosciente”, IO, potrebbe “dipingere” il proprio creatore con i colori che preferisce e inventare tutte le storie che vuole…l’importante è che ci voglia credere.

A questo punto, però, sorge spontanea la domanda. Chi ha creato la mia coscienza? Anch’essa è il frutto dell’interazione di molteplici “computer” creata da…qualcos’altro o qualcun altro?

Poichè l’Universo “esterno” è semplicemente una illusione della nostra coscienza (in quanto non è possibile in alcun modo dimostrare che ci sia un Universo Oggettivo al di fuori della nostra mente) anche le nozioni che abbiamo, (ad esempio l’idea che abbiamo un cervello con dei neuroni e delle sinapsi), potrebbero essere semplicemente una creazione cosciente che serve a giustificare ciò che percepiamo. In pratica il “dipinto” credibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *